29 dicembre 2014

Lo spazio bianco (Recensione)



Altre storie brevi e senza pietà (Marco Taddei, Simone Angelini)


 e  tornano sul luogo del delitto e, dopo Storie brevi e senza pietà (qui la nostra recensione), confezionano un’altra raccolta di racconti ironici e mediamente crudeli. Storie che spaziano dal raccontino horrorifico in stile “Ai confini della realtà” (La storia della madre di Oscar), a narrazioni più lunghe come la Storia di Mario all’inferno, riuscita allegoria delle ingiustizie quotidiane e sociali inflitte giornalmente a chi abita il mondo dei vivi. Il volume offre senza dubbio una lettura piacevole, l’ironia che fa da sostrato alle pagine è declinata in chiavi diverse e sempre efficaci, mentre l’interpretazione grafica supporta in maniera ottima i testi. Rispetto alla precedente raccolta Angelini fa una scelta di semplificazione: nella colorazione e nella rinuncia al tratteggio in favore di un tratto più spesso. La griglia rimane fissa (ma dal numero di vignette variabili), così come lo stile grafico resta minimale e piuttosto scarno. Scelte che si focalizzano sulla resa dei dialoghi, la fluidità, il rispetto dei tempi comici e ovviamente,
una lettura che nel rispetto della promessa contenuta nel titolo, sia fulminante e breve.
Abbiamo parlato di:
Altre storie brevi e senza pietà

, ottobre 2013
116 pagine, brossurato, bianco e nero – 10,00 €
ISBN: 9788896289365

14 dicembre 2014

Rumore n.275


Marco Taddei, Simone Angelini
ALTRE STORIE BREVI E SENZA PIETA'
Bel-Ami Edizioni, 116 pp., Euro 10,00

Fermo immagine:
Niente di melodrammatico. Vada per la speranza che li renderà più arrendevoli.
Infedeli divulgatori della differenza come teoria e pratica di una vita, un'altra, possibile, Taddei e Angelini tornano alla carica. Lo fanno decidendo di far seguire al precedente Storie brevi e senza pietà altre otto storielle che incedono con umorismo acido, ambientazioni surreali e carica tanto comica quanto disarmante di serietà. I due creano con facilità un piccolo universo in grado di racchiuderne molti altri, compreso il nostro, sezionato e sviscerato con il ghigno freddo del giullare di corte. Potenzialmente molti e diversi i riferimenti o le fonti di ispirazione. Fascinazioni che ricordano Saramago, ansie che riportano a Kafka, le finzioni di un Borges o lo sguardo disincantato di Luciano Salce. Sono scampoli o frammenti di una visione al termine della quale dovremmo spogliarci di corpi e parole, guardarci e non riconoscerci. Qualora la progressione terminasse, la scrittura e il segno maturassero ancora, toccherebbe riconoscere i due come i guastatori che sono: impagabili.

Daniele Ferriero (Rumore n.275 - Dicembre 2014)

01 dicembre 2014

Più libri più liberi (Roma)


Dove sarò a Roma per il Più libri più liberi, la fiera della Piccola e Media Editoria
- 7 e 8 dicembre Stand Q30 IFIX per dediche su B comics
- 7 dicembre dalle 17 alle 18 Stand H01 Bel-Ami Edizioni per dediche su "Altre storie brevi e senza pietà"
- 7 dicembre ore 21,30 presso la libreria Scripta Manent, in via Pietro Fedele 54, per una presentazione di B-comics in compagnia di Maurizio Ceccato, Lina Monaco, Marco Taddei, Martoz e Manfredi Ciminale

26 novembre 2014

Krang LSD expo (Buenos Aires)


Dal 19 dicembre presso l' Espacio Moebius di Buenos Aires sarò insieme ad altri 30 fumettisti e illustratori argentini per una super esposizione di reinterpretazioni grafiche di Krang, il temibile avversario delle Tartarughe Ninja!

Una Mano per il Gargano


Ciao Simone, ciao Marco…

… Cosa avete pensato quando vi hanno parlato per la prima volta del progetto “Una mano per il Gargano”?

Simone: “La Mano. l’incubo di un disegnatore”
Marco: “Si può fare, amico (amica a dire il vero)”

… Cosa vi ha convinto a prendere parte al progetto?

Simone: Mi ha convinto Marco
Marco: Mi ha convinto Simone, ahahah scherzo! Siamo abruzzesi e ci ha convinto il nostro affetto verso una terra che ci è così vicina. Il nostro è un gesto di buon vicinato.

… Cosa vi ha ispirato nel processo di creazione dell’illustrazione che avete realizzato per “Una mano per il Gargano”?

Simone: Veloce brainstorming con il Taddei alla Beavis&Butthead su un divano per buttar giù le didascalie, del tipo “Mannaggiacristo” “Beawhehaehah.. figata”,  poi mi son chiuso nel mio studiolo per realizzare il design delle mani e incastrarle in un micro racconto di immagini. Li ho scavato un po’ nei ricordi e nelle passioni. Gli sport estremi, lo spazio siderale, gli alieni, il controllo di massa, i superalcolici, i cani, ecc.
Marco: i Campari.

… Qual è l’emozione principale che sperate possa suscitare la vostra opera?

Simone: “Beawhehaehah.. figata”
Marco: “Questi due sono così idioti che mi fanno ridere un sacco.”

… Come è nata la vostra collaborazione artistica?

Simone: Ci siamo incontrati un ventesimo di secolo fa in una fanzine pescarese, lì abbiamo iniziato a collaborare prima con racconti illustrati poi con veri e propri fumetti. Nel 2011 è stato dato alle stampe il nostro primo libro a fumetti “Storie brevi e senza pietà” al quale è seguito “Altre storie brevi e senza pietà” entrambi per la Bel-ami edizioni di Roma. Quest’ultimo ci ha dato molte soddisfazioni:  l'edizione per il mercato americano con la Tinto Press di Denver ed il Premio Missaglia 2014 al Treviso Comic Book Festival come autori rivelazione.
Marco: Ci siamo incontrati ad una messa nera in realtà, Simone era la vergine sacrificale che io ho salvato in extremis dando un cazzotto a Belzebù in persona!

… State lavorando assieme ad Anubi. Raccontateci qualcosa di questo progetto.

Simone: Dopo due libri di fumetti brevi ci siamo lanciati in un fumetto lunghissimo. Abbiamo un grande editore che scalpita. Marco ha concluso tutta la sceneggiatura. Ho disegnato metà della storia. Il bicchiere è mezzo pieno. Abbiamo un piccolo diario di bordo qui
http://signoranubi.tumblr.com
Marco: Anubi ormai è diventato quasi un parente, dato che è più di un anno che mi frulla in testa, con le sue storie, i suoi amici, i suoi strani incontri... oramai mi parla per strada, l'incontro al bagno, mi scrocca da bere, mi perde le chiavi di casa, si fuma i miei bigliettini da visita, finisce l'incenso al bergamotto - che è quello che preferisco, si frega le mie idee per i tatuaggi, ficca la polvere sotto il tappeto, si rivende i mobili che ho diligentemente acquistato ad Ikea, mi iscrive ad una palestra di lusso in centro, mi combina appuntamenti al buio con maestre elementari, mi costringe ad ascoltare i Pink Floyd quando invece vorrei sentire solo Tenco, mi inchioda tutti i DVD di Godard al muro e tante altre cosette. Io lo seguo, l'assecondo, gli chiedo perché? Ma lui non mi risponde mai ed io afflitto esco, schiacciato anche solo dal peso minimo del pastrano e seguo il declivio della strada fino al bar e mi seggo mogio mogio ad un tavolino, ma poi lo vedo che dal fondo della strada si sbraccia a salutarmi e grida fastoso come un fuoco d'artificio rosso e arancione: “Ohi ma dove diavolo eri finito? Mi offri da bere?” E io allora sono felice. In un modo avido e grigio, Anubi è l'unica cosa che mi fa sentire ancora un essere umano.

… Lavorare in squadra non è sempre facile: secondo voi qual è il segreto per riuscirci con successo?

Simone: Saper prendere i meriti altrui e saper donare i propri meriti all’altro, è come una gara di rally. Pilota e Navigatore. Sennò si sbatte. E poi si deve sapere bluffare come nel poker.
Marco: Quando lavoro con Simone tengo sempre un revolver ben in vista infilato nei pantaloni.

… Fuori dal lavoro, quali sono gli hobby e le passioni che vi ricaricano, che vi danno energia e magari anche ispirazione?

Simone: Il giardinaggio, la valetudo, la michela, l’alpinismo e gli animali
Marco: Mi ispirano le costellazioni, la linea dell'orizzonte quando trema, lo smog, le pantofole che mia nonna tiene nel terzo ripiano della scarpiera nella sua vecchia casa di montagna, gli insetti che saltellano, un libro chiuso di cui non ho mai letto una parola, una lama di luce, un fiotto di sangue, una falena inchiodata ad uno spillo che pare ancora muoversi, la strada limacciosa che costeggia i laghi, le lattughe nelle cassette al mercato, ed infondo sono fortunato dato che la scrittura per me è la vera, intramontabile, incontrollabile forma di carica esistenziale. Per il resto passeggio nell'abisso, assieme a tutti gli altri.

… L’hashtag del nostro progetto è #SegniDiRinascita. Quale è stato per voi un “segno di rinascita” nella vostra storia personale e/o artistica?

Simone: Capire che non si deve per forza apprezzare e far parte di tutto.
Marco: Leggere un mio lavoro, arrivare alla fine e non dire, come al solito: “Mio Dio, che scempiaggine!”

Una Mano per il Gargano.
- Il progetto
- Gli artisti coinvolti
- Link per acquistare la stampa della nostra illustrazione qui in basso






16 novembre 2014

Bil Bol Bul

Dal 20 al 22 Novembre sarò al Bilbolbul. Festival internazionale di fumetto di Bologna.
In particolare sabato 22 novembre nella Galleria ONO Arte Contemporanea per presentare B comics, antologia a fumetti che ospita MALLOY la nostra storia fantascientifica tutta a colori e raggi laser!
Sempre a Bologna durante il festival nella libreria in Sala Borsa troverete copie di "Altre storie brevi e senza pietà"!
Il logo anubesco chiude il cerchio
http://signoranubi.tumblr.com/post/80261522600









28 ottobre 2014

B-comics

1 e 2 novembre sarò a Lucca Comics and Games presso lo stand s03 Ifix per presentare l'antologia a fumetti "B-COMICS - Fucilate a strisce" curata da Maurizio Ceccato e con la speciale consulenza di Lina Monaco e Alessio Trabacchini.

Prodotta da IFIX, editore dei volumi «WATT •senza alternativa».

In questa prima uscita: immagini e parole accomunate dal sostantivo/onomatopea CRACK!
con storie di Simone Angelini, Matteo Berton, Manfredi Ciminale, Alberto Fiocco, Elena Guidolin, Martoz, Emanuele Messina, Alessandro Ripane, Marco Taddei, Fabio Tonetto, Alberto Valgimigli, Zoo e Cucicatrami.

Per B-Comics io e Marco Taddei abbiamo creato una storia inedita a colori intitolata MALLOY



04 settembre 2014

Senza Pietà


Dal 27 settembre al 3 ottobre, in occasione dell'uscita di "Short and merciless stories" negli Stati Uniti, si terrà presso i locali del Bonobolabo di Ravenna, una mostra celebrativa dei due volumi della serie "Storie Brevi e Senza Pietà". Per una settimana saranno visibili 40 lavori ispirati alle storie e ai personaggi dei volumi di Marco Taddei e Simone Angelini ad opera di altrettanti illustratori, grafici e fumettisti del panorama nazionale ed internazionale.
Durante l'inaugurazione del 27 settembre saranno presenti gli autori per un incontro con i convenuti e una presentazione del volume "Altre Storie Brevi e Senza Pietà".

In mostra Maicol&Mirco, Akab, Maurizio Ceccato, Nicola Alessandrini, Lisa Gelli, Enrico Pantani, Marco Galli, Spugna, Cammello, Matteo Farinella, Hernàn Chavar, Ted Intorcio, Pedro Mancini, Mattia Moro, Michela Tobiolo, Leg, Emanuele Racca, Fabio Cesaratto, Cavalier K, Josh Divine, Jake Fairly, Kevin Caron, Martoz, Kinsella, Philsbando, Laura Nomisake, Silvia Luciani, Dan Cannon, PeeShow, GuitarBoy, Nico Murri, Vitt Moretta, Angelo Armiero, Claudio Losghi, Hell Giove, Mabel Morri, Andrea Settimo, Davide Mancini, Martoz, Ottavio Festa, Mattia Moro ed altri...

Intervista a pugni


02 settembre 2014

Short and merciless stories

“Taddei and Angelini's "Short And Merciless Stories" are a heady expressionist cocktail with a bare-bones artistic approach, mixed with tones of a Rod Serling on psychedelics channelling Sartre while relating these tales. Deceptively simple in appearance, these bizarre, yet simultaneously familiar-feeling stories, will stick with you: a creative ice pick driven deeply into the brain. Like a lascivious ghost from some hell haunting you: they just won't go away. Nor will you want them to.” - Gary Dumm, Artist, American Splendor

“These guys really know how to knock a reader off balance. There's a logic and morality to their stories that become more and more obtuse the harder you try to grasp them. There's no easy answers here, only strangely important questions.” - Jason Walz, Eisner nominated Creator, Homesick

“Short and Merciless Stories evokes a quieter and more thoughtful sense of doom. They are the best kind of creepy.” - Sam Spina, Xeric Award winning Creator, Fight

“Ha ha, awesome. It's kind of like early, Italian Dan Clowes with some nice morbid existential shit in there.” - Sophie Crumb, Author, Sophie Crumb: Evolution Of A Crazy Artist


The book you are holding is like an entire season of The Twilight Zone, or The Night Gallery. It's horrifying, disturbing, strange and pretty damn funny. Yes, everyone, what we have here is anthology of the macabre from the mind of Marco Taddei, drawn with perfection by Simone Angelini.
-Noah Van Sciver


21 agosto 2014

Characters pt.1

Characters from "Storie brevi e senza pietà" (Bel-Ami Edizioni 2012) e "Altre storie brevi e senza pietà" (Bel-Ami Edizioni 2013).

The Commander
Enrico's Friend

The Uncle

Oscar's Mother

The GranPa

Oscar's Father

Vittorio and his Little Friend
Marco

Simone

11 luglio 2014

Recensione su Il Manifesto

"Altre sto­rie brevi e senza pietà di Marco Tad­deiSimone Ange­lini, seguito uffi­ciale del volume (quasi) omo­nimo del 2012 con cui con­di­vide il Dna e lo humour senza sor­riso. Otto short sto­ries sulla pato­lo­gia del quo­ri­diano che aggior­nano ai nostri tempi le atmo­sfere dei rac­conti fan­ta­stici dei vari Buz­zati, Mathe­son, Buko­w­ski. Alle­go­rie moder­nis­sime, estreme, come quella della mosca sapro­faga che cre­sce a dismi­sura a spese del suo sven­tu­rato ospite fino a rag­giun­gere la con­sa­pe­vo­lezza neces­sa­ria e suf­fi­ciente ad aprire un pro­filo Face­book. O quella del tra­vet finito all’inferno e costretto a com­bat­tere all’infinito con­tro la sua con­di­zione di schiavo remu­ne­rato del tur­bo­ca­pi­tale. O ancora, quella del gior­na­li­sta alle prese con un’intervista a una morte fra Il set­timo sigillo di Berg­man e i car­toni ani­mati di The Grim Adven­tu­res of Billy & Mandy. Rac­conti volu­ta­mente sca­bri, anti­spet­ta­co­lari, tutti in levare, che stanno ai clas­sici dise­gnati del bri­vido come i dischi dei Radio­head al rock pro­gres­sivo, e tro­vano il loro punto di forza in una nar­ra­zione sot­tile, stra­niante e genui­na­mente dark."

http://ilmanifesto.info/storia/sotto-un-sole-molto-dark-il-verano-obscuro-di-bel-ami-edizioni/


25 giugno 2014

22 giugno 2014

Mazzate @ Slowcomix


http://slowcomix.blogspot.it/2014/06/ufag-116-il-libro-delle-mazzate.html

Ci vorrebbero molti più libri come questo, e bisognerebbe che avessero una diffusione molto maggiore. Lo affermo con convinzione perché è sempre più difficile trovare lavori così, realizzati in assoluta libertà e senza nessuna altra preoccupazione che quella di divertirsi e di divertire il lettore, quindi senza analisi di mercato o strizzatine d'occhio a forme narrative generalmente considerate più "alte". No, qui gli occhi sono pesti e sanguinolenti, perché il libro raccoglie 9 scontri senza esclusione di colpi fra un personaggio designato da Simone Angelini (autore del quale avevo già parlato qui), ideatore del progetto che è partito e continua on-line, e un altro personaggio disegnato a turno da uno di 9 autori fra i più interessanti e originali dell'ultima ondata. Il fumetto che ritorna alla sua dimensione più giocosa e selvaggia, in un flip-book come quelli che adoravo da bambino, in cui, lasciando scorrere velocemente le pagine, si ha l'illusione dell'animazione: il modo migliore e più semplice di riportare su carta le gif animate che si trovano sul sito. Poiché si tratta di un lavoro fatto in Italia e fatto con intelligenza, il libro non è una banale scopiazzatura dei numerosi manga con scene di combattimento, ma piuttosto si tratta di una rivisitazione ironica e spassosa di quelle battaglie, ricca di trovate bizzarre e goduriose. Voglio segnalare, in particolare, i miei scontri preferiti, quelli che mi hanno divertito di più, senza chiaramente nulla togliere agli altri: Lucia Maragno vs. Duckoide 01 (con Spugna), Trotalavanda vs. Ram Boh (con Enrico Pantani) e Carrarmando vs. Dora La Sfogatrice (con Salvatore Giommarresi).
In attesa che anche alcuni autori si prendano veramente a mazzate sul ring che sarà installato in piazza del Giglio alla prossima edizione di Lucca Comics, preparatevi all'evento con questo libro, vi assicuro che non ve ne pentirete.
Alessio Bilotta
IL LIBRO DELLE MAZZATE vol. 1
196 pagg. b/n | 15 €

Disegni di
Simone Angelini | Matteo Farinella | Cammello | Enrico Pantani | Spugna |
Salvatore Giommarresi | Marco Galli | Stonino | Pedro Mancini | Dr. Pira
Reperibilità:
in vendita sul sito dedicato (qui),
dovrebbe esserci ancora qualche copia
Voto: 8
Per saperne di più:

_

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...