25 luglio 2012

Piccola intervista su Librerie.it

da librerie.it

Gatti, creature senza forma, un nobile debosciato, l'ultimo dinosauro. Sono alcuni dei personaggi che popolano “Storie Brevi e Senza Pietà”, opera d’esordio nel campo del fumetto per la casa editrice romana Bel-Ami Edizioni (www.baedizioni.it), appena uscita in libreria, realizzata dalla penna di Marco Taddei e la matita di Simone Angelini, duo artistico nato all’interno del gruppo creativo “Carta Straccia” di Pescara.
Ad accomunare questi corti a fumetti sono i personaggi: degli innocenti trascinati sul patibolo senza alcuna colpa e, per questo, in attesa di una pietosa grazia dell’ultimo minuto. Che nessuno però ha intenzione di accordargli.
Storie interrotte e dense che lasciano un’impronta profonda.

Ma cos'è che rende una storia "breve e senza pietà"? Lo abbiamo chiesto ai due autori.
  • Marco “I personaggi della raccolta sono spigolosi perché sono stati lavorati con la motosega e non con lo scalpello”
  • Simone “Graficamente sono personaggi lontanissimi ed appartenenti a momenti di vita totalmente distanti. Ogni storia è stata disegnata con uno stato d'animo differente. L'uomo ricco l'ho disegnato in una terrazza con vista sul mare, mentre la Storia malinconica è nata dentro un pozzo umido”.
Brevi e senza pietà. Secondo voi è il formato ideale per raccontare il mondo di oggi per immagini?
  • Marco “Su questo io e Simone abbiamo opinioni gradevolmente discordanti. Personalmente direi di sì. Il tempo in cui viviamo è stracolmo di necessità ed appuntamenti. Poi quando abbiamo un po' di tempo per noi rimaniamo imbambolati, scioccati dal tempo libero. Quel vuoto, privo di passioni, mi spaventa ed è veramente qualcosa senza pietà che pian piano ci è cresciuto dentro”.
  • Simone “Io invece spero di no. C'è bisogno di ottimismo e contenuto. Il nostro è un gioco di parole. Le nostre storie essendo brevi, alimentano il mito e creano leggende. Cosa farà l'ultimo dinosauro? Come farà l'Uomo ricco? Dove sarà la Nave tra 100 anni? Le storie continuano nella mente di chi, con curiosità ed inventiva, le alimenta nel mondo delle idee. Mi piace pensare che una nostra storia possa far scattare creatività nella testa del lettore”.
Una speranza che ha dato vita ad un concorso su Facebook. Simone e Marco, sulla pagina ufficiale del libro, invitano i lettori a inviare la propria “Storia breve e senza pietà”. In palio una copia del libro e la realizzazione di adattamento e disegno della storia vincitrice a cura di Marco Taddei e Simone Angelini.

click qui per l'articolo completo


_

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...